Saulo Montanari nasce a Cattolica nel 1996, cresce nell’attività ristorativa della famiglia. Ancora bambino, all’interno della cucina, si appassiona al ruolo del cuoco. Cresce professionalmente in questo ambiente,  aiutando in cucina, e fra gioco e lavoro, si avvicina al mondo della gastronomia. Questa passione lo porta ad iscriversi alla scuola alberghiera S. Savioli che segue con profitto fino a diplomarsi. Già durante gli studi, curioso di conoscere, abbandona l’attività di famiglia per intraprendere un percorso lavorativo, mediante stages, in importanti ristoranti del territorio per migliorare le basi della cucina tradizionale Romagnola. Successivamente, per accrescere le proprie conoscenze, ha lavorato presso rinomati Ristoranti in importanti Città Italiane. Qui ha affinato le tecniche per la lavorazione della materia prima oltre che apprendere nuove modalità di cottura. Terminati gli studi lavora in un ristorante di pesce della zona. Dopo pochi mesi diventa sous chef. Impara a lavorare in gruppo ed in modo coeso nella brigata di cucina e a valutare le potenzialità della materia prima per il suo migliore utilizzo e affinare la manualità nelle attività di preparazione del cibo. Acquisite queste conoscenze, sentendosi pronto per cercare un ulteriore sviluppo professionale decide d’iniziare un percorso che lo vede Capo Partita in diversi  ristoranti del territorio  segnalati dalla guida Michelin.

Dopo aver descritto il tuo percorso e le tue caratteristiche tecniche, ti  chiedo: Ora, come chef, cosa proponi qui al Doge?

“Quello che propongo è il connubio fra cibo ed emozioni. Una cucina semplice, con prodotti freschi e di qualità, con territorialità garantita,  fatta come le AZDORE insegnano, seguendo la tradizione della cucina Romagnola, anche se eseguita con innovativi metodi di cottura. Proveremo a trasmettervi  emozioni uniche esaltando ciò che il palato trasmette al cuore.”

4 Comments

  1. OtakuApologist

    Tutti medici ,dalla mattina alla sera bon fanno che dirci mangiate questo o mangiate quello a seconda del momento,i cuochi tutti nutrizionisti(perchènon hanno studiato medicina?)tutti gourmet,parola abusata e straabusata,tutti esperti,bastano poche note estratte da internet,un passaggino a master chef e da ignorante gastronomo patentato e diventi personaggio televisivo e super esperto.ma poi chi decide se i cuochi hanno sempre ragiione?e i cosidetti esperti ne dicono di cantonateed è meglio riderci su.Poi vai al supermercato e vedi che la gente riempie il carrello di pizze congelate,di basi di pizze pronte,e poi vedi frequenta trattorie consuma cibi precotti e incastolati e ne è entusiasta,insomma dobbiamo emanciparci al credo dominante al gourmettismo imperante.

  2. Maurizio Tonelli

    Noi, gestori, abbiamo il compito di educare ed ascoltare quello che la medicina e la stampa affermano.
    Siamo convinti che una linea salutistica debba essere seguita. Prodotti selezionati, di qualità, possibilmente del territorio possono essere utilizzati per un’alimentazione semplice e naturale.

  3. SensibleHeat

    Fatto!! Grazie!! 🙂

  4. ashu sharma

    Such a amazing post dear.
    freecodesmarket.com/amazon-gift-cards

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>