Il mangiare in Romagna – Le tagliatelle al ragù (il ragù)

Si diceva del ragù come condimento basilare. L’etimologia della parola ha le sue basi nel francese ragoût, sostantivo derivato da ragoûter, cioè “risvegliare l’appetito”, e originariamente indicava dei piatti di carne stufata con vari tipi di verdure che poi fu … [Continua a leggere...]

Le Ricette del Maestro – Arista con Verdure

  (dosi per 8 persone) Ingredienti: Carrè di maiale in un pezzo solo, circa kg. 1,500, Cipolline            gr. 500, 4 Patate, circa  gr. 420, Zucchine            gr. 300, Carote       … [Continua a leggere...]

Il mangiare in Romagna – Le tagliatelle al ragù (la pasta)

Narrano le antiche cronache – come è scritto su i “Mangiari di Romagna” – che le tagliatelle  apparvero per la prima volta sulle mense di un signore del Rinascimento , ideate da un cuoco, tale mastro Zaffirino, il quale nel … [Continua a leggere...]

Il mangiare in Romagna – I cappelletti in brodo

Scrivendo delle minestre e della loro importanza sulla tavola nostrana, togliamo ogni dubbio dicendo che il cappelletto in brodo (caplèt te brod) è il re incontrastato della categoria.  Si tratta di una alta creazione romagnola, una minestra pregiatissima che si … [Continua a leggere...]

Le Ricette del Maestro – Arista di maiale alla fiorentina

Ingredienti per 4 persone Carrè di maiale con osso          kg 1,0 Aglio a spicchi                            n 1 Oglio extra  vergine  d’oliva    dl. 1 Rosmarino                                  q.b. Sale fino e pepe nero                q.b. UTENSILI: Tagliere, coltello per disossare, spaccaossi, trinciante (teglia), cucchiaio, … [Continua a leggere...]